Chi siamo

3_gallery

 

Associazione Kayros onlus
Opportunità per crescere nel mondo che ci ospita
L’Associazione Kayròs nasce nel 2000 a Lambrate (quartiere periferico di Milano) per iniziativa di don Claudio Burgio e di persone e famiglie sensibili all’accoglienza di minori in difficoltà, segnalati dal Tribunale per i Minorenni, dai Servizi Sociali di riferimento e dalle forze dell’Ordine.
A Vimodrone, sempre nel 2000, nasce la prima comunità di accoglienza con un progetto a forte integrazione territoriale, in particolare, con le parrocchie della città. L’Oratorio Paolo VI fornisce spazi per l’accoglienza diurna dei minori inseriti e favorisce la nascita di un gruppo di “famiglie amiche” disponibili al supporto delle situazioni in attenzione. Tale supporto si è andato strutturando con il tempo in esperienze di condivisione propriamente familiari durante l’anno, con particolare concentrazione nel tempo extra-scolastico ed estivo.

Guadagnare l’autonomia crescendo 

Dal 2006 è avviato un progetto di semi-autonomia ed autonomia in specifici appartamenti per giovani maggiorenni con o senza prosieguo amministrativo che hanno portato a termine il proprio percorso nelle comunità residenziali, ma necessitano di un consolidamento del percorso educativo verso l’autonomia e la piena inclusione sociale.Attualmente gli appartamenti per i maggiorenni sono 3:

  • Due appartamenti a Vimodrone
  • Un appartamento a Milano

Dal 2007 prendono avvio i percorsi di accoglienza e presa in carico di minori con procedimenti penali in atto, in collaborazione con il Centro di Giustizia Minorile di Milano.
La scelta di appartamenti e villette in contesti residenziali cittadini si fonda sull’idea portante dell’associazione che il minore vada messo in condizione di sperimentarsi dentro un ambito di relazioni sociali il più possibile varie e riconducibili ad una “normalità di vita”.
In questo senso la città è considerata una risorsa, nella sua potenzialità di offerta sul piano relazionale e degli stimoli socio-culturali; mentre la struttura residenziale offre un contesto protetto in stretta interconnessione con le risorse e le agenzie educative delle comunità locali.
Inoltre, l’Associazione Kayrós attualmente offre:
  • formazione al volontariato e conduzione di gruppi familiari per l”accoglienza;
  • servizi di orientamento ed inserimento scolastico/lavorativo per i minori accolti e del territorio
  • laboratori di formazione professionale in rete con le risorse territoriali;
  • attività di promozione delle risorse giovanili attraverso musica e sport (Gruppo sportivo Kayrós);
  • sportelli d’orientamento legale per stranieri e di mediazione familiare;
  • attività di sostegno extra-scolastico per i ragazzi accolti e del territorio di Vimodrone;
  • percorsi di educazione alla legalità nelle scuole e negli oratori;
  • organizzazione e gestione di momenti formativi rivolti a genitori, insegnanti, operatori sociali.
L’Associazione prende parte, inoltre, ai Tavoli formativi e di progettazione istituiti dal Centro di Giustizia Minorile di Milano. Kayròs si propone di essere sul territorio una risorsa ”non-specializzata“, un luogo di vita che partecipa, con le sue caratteristiche, allo sviluppo della città.

Nel 2015 nasce il nuovo Centro Kayros a Vimodrone in via Quindici Martiri 28, attuale sede dell’Associazione. Nel nuovo Centro sono presenti 3 comunità di accoglienza per adolescenti e 2 appartamenti per l’autonomia. Le comunità aperte in precedenza in altri territori (tutte strutture in affitto)  vengono così definitivamente chiuse e radunate nella nuova sede, concessa in comodato d’uso gratuito per 25 anni con diritto di superficie dal Comune di Vimodrone.
Nel nuovo Centro vengono attivati laboratori di cucina e catering, laboratori di arte espressiva (teatro, musica e cinema) e vengono organizzati eventi culturali aperti al pubblico (incontri tematici sull’educazione, sulla legalità e su temi di attualità) con la testimonianza di ospiti e dei nostri ragazzi stessi.
Vengono anche organizzati eventi sportivi e di incontro con studenti delle scuole e giovani degli oratori.